giuseppina amodei info@giuseppinamodei.com
home page

 

Giuseppina Amodei



Giuseppina AmodeiPinuccia Amodei è passata a miglior vita alle ore 8,03 del primo maggio 2015.

La messa d'addio è stata celebrata il 4 maggio alle ore 15 nella Chiesa dei Ss. Cosma e Damiano al Vivaio di Incisa Valdarno.

Pinuccia è sepolta a terra nel piccolo cimitero di Incisa Valdarno, in alto a destra dell'ingresso storico.

La famiglia ringrazia quanti si sono uniti al grande dolore della famiglia Amodei e Furferi per la morte di Pinuccia, donna semplice e straordinaria, moglie amatissima di Pino, madre esemplare di Rocco e Lorenzo, educatrice innovativa di tanti scolari, geniale autrice di opere teatrali, poesie, romanzi e saggi che restano nella storia della letteratura.


È stato necessario lasciar passare un anno per poter riprendere la lettura e la recitazione della poesia di Pinuccia senza di Lei. E queste pagine sono il primo omaggio alla Sua persona: partecipate testimonianze più che relazioni e Atti del Convegno celebrato a Monsummano Terme il 7 maggio 2016.

"Ci sia concesso il dono"
perché il poeta risorga ogni mattina
ricordando Giuseppina Amodei

SCARICA GLI ATTI DEL CONVEGNO


Orazione funebre di Dante Maffia



“CONVEGNO NAZIONALE SULLE OPERE DI GIUSEPPINA AMODEI”


2016 – 7 MAGGIO
“CONVEGNO NAZIONALE SULLE OPERE DI GIUSEPPINA AMODEI”

Il giorno 7 maggio 2016, presso il Museo Giusti di Monsummano Terme, si è svolto un Convegno Nazionale sulla poetica e sulle opere letterarie di Giuseppina Amodei, “Pinuccia”.

Dopo i saluti di Stefano Veloci, direttore del Museo Nazionale di Casa Giusti, e di Amedeo Bartolini, presidente dell’Associazione Amici di Casa Giusti, sono intervenuti: con un lungo e completo saggio di grande spessore, il prof. Enrico Ghidetti, critico letterario, già docente nell’Università di Firenze; la dott.ssa Daniela Belliti, filosofa della politica; il prof. Francesco Paolo Firrao, storico della filosofia; infine, emozionando tutti, il prof. Pasquale Troìa, biblista e docente nella Pontificia Università San Tommaso Angelicum di Roma, e il prof. Dante Maffìa, scrittore e poeta. Hanno concluso la prof.ssa Caterina Ranieri con la Cerimonia del Pane e la dott.ssa Ilaria Legato con la lettura di alcune poesie di Pinuccia, tratte dalla sua opera “Deserto Definito”.

L’AVIS, uno dei fondatori del Premio Giusti, ha assegnato a Pinuccia (alla memoria) una Targa Speciale per la sua opera, svolta per anni come membro della Giuria, a favore dei giovani poeti e scrittori. La Targa è stata ritirata dal marito Pino Furferi e dai figli Rocco e Lorenzo, che per l’occasione hanno voluto donare ai presenti le copie di sette tra le sue tante opere: Il Corpo e la Storia, Strategie modulari per un’educazione al linguaggio, Ladroncella, Spiccioli criminali, Il Sipario smarrito, Eudemonia, Il poeta muore ogni sera.

Gli Atti del Convegno di Monsummano saranno pubblicati e consegnati alla loro presentazione, prevista nel dicembre 2016 all’interno di una manifestazione dedicata all’importante iniziativa, da Pinuccia creata e promossa a livello internazionale, dal titolo “LuogoMondo, Un viaggio dentro i Miti con un epilogo che propone la nascita di un Manifesto per una idea futuribile in forma di poetica.”

La famiglia Amodei e Furferi ringrazia di cuore tutti i presenti al convegno e tutti coloro che con parole di amicizia e apprezzamento hanno voluto, anche da lontano, partecipare all’evento.

__________
Link: Biografia aggiornata

 

luogomondo idea futuribile in forma di poetica - sito ufficiale - blog





©2014 Paideia Srl All copy rights - Sito realizzato da Giovanni Legato - contatti: info@giuseppinaamodei.com